Vi presentiamo Danilo, l’imprenditore diversamente abile che progetta carrozzine

Vi presentiamo Danilo, l’imprenditore diversamente abile che progetta carrozzine
diversamente_abile

È passata solo una settimana dalla 35esima Giornata Internazionale delle persone con disabilità ma ancora se ne sente l’eco.

 

Uno dei temi principali su cui si lotta ogni giorno (anche nel 2015 ahinoi!) è la parità di diritti e doveri tra diversamente abile e il resto del mondo. Un problema vero da affrontare è quello del lavoro: dove su 4 milioni di diversamente abili nel nostro Paese solo 1 su 5 può ritenersi felice di averlo.

 

Persistendo le difficoltà nel trovare un posto di lavoro, c’è chi se l’è creato da solo: è la storia di Danilo, che a 17 anni rimane paralizzato dalla cinta in giù a causa di un grave incidente.

 

Ripartire dopo un trauma così per un giovane è difficile, ma Danilo riesce a reagire: già nel 2005 vince un concorso per entrare nell’incubatore del Politecnico di Torino ricevendo consigli utili su come sviluppare la sua idea: deposita il brevetto nel 2006 e riceve un finanziamento della Fondazione Michelin per cominciare a produrre le sue creazioni.

 

Di che cosa si tratta?

L’azienda si chiama Able to Enjoy e adesso sviluppa carrozzine che si ripiegano in uno zaino e facilmente trasportabili nella propria auto. Ma nella sua testa girano un sacco di idee così nascono dei prodotti che spingono i diversamente abili a superare i loro limiti: ci sono i modelli che possono marciare su sabbia, neve e altre superfici impervie per una normale sedia a rotelle. Ed è così che arriva a siglare delle collaborazioni con Italia Indipendent di Lapo Elkann e vincere il Compasso d’Oro, il premio più ambito del design italiano.

 

Image Credit: Agnese Sama

0 Commenti

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*