Il maker che ha progettato il tutore per la figlia malata

Il maker che ha progettato il tutore per la figlia malata
tutore

La storia di un papà maker con tanta fantasia ed ingegno che cerca una soluzione per aiutare la figlia malata. Con queste parole si può riassumere la storia di Fabio, il papà di Roberta, 5 anni, affetta da Atrofia Muscolare Spinale (SMA).

Una vita divisa tra la terra natale, la Campania, e il nord, in particolare la provincia di Bergamo; molti lavori diversi ma tanta voglia di fare. Conduce una vita tranquilla: una moglie, 3 figli, e si trasferisce in Puglia dove la moglie trova lavoro. La più piccola dei tre figli è Roberta.

Proprio Roberta a 12 mesi dalla nascita comincia a mostrare i primi problemi di equilibrio, e fatica a giocare con i fratelli. Finché a Milano, dopo mesi di visite e controlli, si scopre l’amara realtà: Roberta ha la SMA. Un altro cambiamento nella vita di Fabio, che non si abbatte: trova gli stimoli per aiutare la figlia.

Dapprima con la sedia a rotelle poi con il tutore, inizia la sua carriera da maker.

Si ingegna quindi per progettare un prototipo che possa aiutare Roberta a vivere tranquillamente, anche se in modo diverso, la sua vita. Sbaglia, ricomincia, fino a quando, al terzo tentativo, riesce ad ideare una soluzione sicura ed efficace, tanto da brevettare due soluzioni meccaniche innovative.

La peculiarità del prototipo di Fabio è quella di rendere più fluido il movimento del bambino che lo porta. Inoltre grazie al suo peso ridotto (meno di un chilo) permette la rotazione delle gambe e una maggiore libertà di movimento della schiena.
Un prototipo che adesso Fabio vuole rendere disponibile anche ad altri bambini con gli stessi problemi di Roberta.

La prossima sfida di Fabio? Il saggio di danza di Roberta: il suo progetto è una carrozzina semplice e ultra leggera, siamo sicuri che anche questa sfida verrà vinta!

Image Credit: http://thenexttech.startupitalia.eu/2015/10/27/sma-maker-carrozzina-tutore/

0 Commenti

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*