I giovani non hanno che il nulla? – Lorella Ronconi

I giovani non hanno che il nulla? – Lorella Ronconi

Vorrei cominciare dal positivo, dai giovani, dalla speranza che in loro riponiamo. Demonizziamo sempre i giovani per il loro superficialismo, ma io credo molto in loro e come persona diversamente abile, membro di una Fondazione (Fondazione Il Sole Onlus) che si occupa del “dopo di noi” attraverso la realizzazione di una casa famiglia per disabili e svariate attività, spesso vado nelle scuole, primarie e secondarie a parlare di disabilità.

“I giovani non hanno che il nulla”, dice qualcuno, bene! Nel nulla siamo noi che dobbiamo mettere qualcosa, quel nulla siamo noi che dobbiamo riempire di speranza e contenuti per la loro crescita fisica ed etica. Vi propongo un “prodotto” vero, fattivo, di una 4° superiore di un liceo di scienze sociali.

In 3 incontri ho parlato loro della mia esistenza, dei problemi che incontro nel mio quotidiano e dei problemi che, purtroppo, non riesco a far fronte dal punto di vista etico e civile. Loro sono stati prodigiosi! Oltre che ascoltare e partecipare agli incontri, hanno avuto (ripeto loro stessi) la voglia di realizzare qualcosa per gli altri! Un video per raccontare agli altri le difficoltà delle persone diversamente abili. La cosa meravigliosa è, che è stato TUTTO realizzato e PRODOTTO da loro, attraverso i loro strumenti (cellulare e chitarre) e con il loro meraviglioso modo di comunicare. Credo che tutti noi dovremmo smettere di lamentarci e orientarci verso le nuove generazioni.

Dovremmo andare più spesso nelle scuole, con aria positiva e propositiva. Noi disabili ci lamentiamo di come il mondo ci vede: “Tristi, malati, asessuati” si, è vero… sono questi gli stereotipi da cambiare, ma dovremmo iniziare noi a comunicare e dimostrare agli altri che non lo siamo. Il mio impegno dopo circa 20anni di abbattimento delle barriere architettoniche, è adesso, orientato verso la qualità della cultura e la discriminazione (culturale) sulle persone “diverse”. La parola che sottolineo spesso nei miei interventi pubblici é “DIFFERENTE”, differente al posto di “diverso”. Non siamo diversi, non siamo alieni, ma differenti perché, ognuno è unico e irripetibile (per fortuna) ed è in forza grazie alla sua differenza dall’altro.

Vi propongo di seguito il video dei ragazzi, che sono stati giustamente gratificati dalle istituzioni, per la loro risposta fattiva verso la diversa abilità -> http://www.youtube.com/watch?v=_tHD_25irKo

Lorella Ronconi

photo credit: francisco_osorio via photopin cc

0 Commenti

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*