Degenerazione retinica: in arrivo la Bio Retina

Degenerazione retinica: in arrivo la Bio Retina

L’azienda israeliana Nano Retina sta lavorando alla realizzazione di un chip bionico pensato per i pazienti interessati da degenerazione retinica.

Gli studi hanno evidenziato che nel mondo sono presenti più di 16 milioni di persone costrette a convivere con i problemi creati da disabilità di tipo visivo. La degenerazione retinica è in particolare una patologia che colpisce le persone di età superiore ai 40 anni, ma si tratta di una malattia che non ha ancora trovato una cura nonostante le numerose attività di ricerca ad essa rivolte.
L’azienda israeliana sta dunque lavorando ad un ambizioso progetto.

I laboratori della società, situati a Herzliya e a Dallas, sono impegnati in una ricerca incentrata sullo sviluppo di retine artificiali chiamate Bio Retina, progettate proprio per risolvere i problemi di degenerazione maculare.
Si tratta di dispositivi
semplici da impiantare che permettono un’alta risoluzione delle immagini.

Come funziona la Bio Retina?

Il dispositivo consente di sostituire il fotorecettore danneggiato negli occhi del paziente con uno in grado di trasformare
la luce naturale in segnali elettrici che stimolano i neuroni, i quali inviano le immagini ricevute al cervello.
Il dispositivo Bio Retina sostituisce in modo egregio il fotorecettore danneggiato: sarà infatti in grado di integrarsi con
le naturali funzioni dell’occhio, quali la dilatazione della pupilla e il movimento del bulbo oculare per esempio.

E se si esaurisce?

Niente paura: l’energia viene fornita da una batteria ricaricabile composta da mini pile laser inserite in appositi occhiali che alimentano l’impianto attraverso una tecnologia di tipo wireless.
A differenza di altri supporti, Bio Retina potrà essere impiantato in circa mezz’ora: sarà infatti sufficiente un’anestesia
locale; si tratta inoltre di un dispositivo leggero e non ingombrante dunque, poco invasivo.

Bio Retina rappresenta un enorme passo avanti per coloro i quali soffrono di problemi alla vista, e dovrebbe arrivare
sul mercato prima della fine del 2015. Lo aspettiamo!

 

Photo Credit: www.zonalider.com

0 Commenti

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*